La Matematica è una materia che può annoiare ed è comprensibile. Tanti capitoli iniziano con argomenti fluidi per poi voltare pagina e ritrovarsi in un fiume di formule. Arriva la noia perché la Matematica non è una scienza applicata alla vita reale e i concetti appaiono astratti. Sarà poi la ricerca della risoluzione di un problema che sarà cercata in una di quelle formule e così a vedere applicato un teorema, un’algebra o, addirittura, una nuova geometria.

Allora in questo articolo proverò ad andare oltre gli schemi in cui i matematici si divertono ad essere comprensibili solo ai loro simili. Non sono un matematico, ma ne subisco il fascino. Sfiderò frasi del tipo “chi nasce tondo non può morire quadrato” oppure la famosa “quadratura del cerchio”.

Pronti per la partenza? VIA!

Inevitabile partire dal primo libro degli Elementi del grande maestro Euclide, da cui traggo due definizioni (che potete anche saltare per evitare la noia di cui sopra!):

Def 15. Dicesi cerchio una figura piana delimitata da un’unica linea tale che tutte le rette che terminano su di essa a partire da un medesimo punto fra quelli interni alla figura siano uguali fra loro.

Def 16. Quel punto si chiama centro del cerchio.

In sostanza, in un cerchio, tutti i punti della circonferenza sono equidistanti dal centro. Rivolgendosi al quadrato le definizioni cadono. Questo nella geometria Euclidea, dove le figure giacciono su un piano senza vincoli e/o ostacoli.

Nell’immagine che segue ho disegnato un quadrato su un foglio con quadretti sufficientemente grandi, ma nella nostra geometria i quadrati possono essere infinitesimamente piccoli.

cerchioquadrato

Il punto A è stato scelto al centro di uno dei lati, il punto B è scelto, invece, presso un’estremità. Dovendo seguire le linee del foglio a quadretti, sia il punto A che il punto B sono alla stessa distanza, dove la distanza viene calcolata con il numero di quadretti che devo seguire per arrivare al centro. Per entrambi i punti il numero di quadretti è 8. Se proviamo a scegliere un altro punto, noteremo che la distanza dal centro è sempre la stessa.

Quindi, in questa nuova geometria, il quadrato ha le stesse definizioni del cerchio. Michael Jackson ballava il Circle Triangle, ma questa è un’altra storia…