Indubbiamente, ai giorni d’oggi l’uso della parola tecnologia è abusato. Non per nulla, ad ogni novità viene ad essere sempre messa in relazione questa magica parola.
Per certi versi, si può anche pensare che abbia assunto il ruolo di amuleto, di porta fortuna. Infatti, come si può facilmente notare, tanto nel campo pubblicitario quanto in più parti, si abbina la parola tecnologia, così, come direbbe il Sommo Poeta, a “ogni piè sospinto”.
E, dato che siamo in tema di citazioni, a tal proposito ci sta proprio bene quella che espresse Henry Ford: “C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti”.
Una frase che ancora oggi fotografa, in maniera davvero eccellente, quale sia la vera essenza della tecnologia.
D’altronde, in un’epoca dominata dalla stampa 3D, dalla robotica, dagli smartphones e da Internet, è sempre più facile andarsi a confondere tra “tecnologia” e “innovazione”, così come è altrettanto semplice utilizzare la parola “innovazione” al posto di “futuro”.

Cosa significa “tecnologia”?

Da un punto di vista strettamente lessicale, tecnologia è un sostantivo femminile. In senso più lato, la tecnologia racchiude un settore di ricerca piuttosto ampio, ove si trovano coinvolte molte discipline a carattere scientifico e tecnico.
Ma, sicuramente, il senso più aulico del termine è propriamente racchiuso nel fatto che tramite la tecnologia si studia tanto l’applicazione quanto l’utilizzo di quello che risulta essere funzionale nell’ottica di una soluzione di quelli che sono considerati dei problemi pratici.
Il senso pervade anche aspetti quali ottimizzazione, procedure e strategie operative. Quindi, si può asserire che il senso più nobile del termine la veda come un magnifico connubio tra ingegneria e scienza, ove si trovano ad essere utilizzate tecniche, metodi e strumenti in quelli che possono essere gli ambiti diversi di una ricerca.

Esempi di tecnologia a vantaggio di tutti

La scrittura, l’invenzione della ruota, la scoperta del fuoco, tra gli altri, sono esempi di quella che si definisce tecnologia primitiva.
Nel periodo medievale, esempi di tecnologia che sono stati a vantaggio di tutti sono, ad esempio, la stampa, le applicazioni nella navigazione, con le quali si è determinato una espansione marittima.
Nel XVIII secolo, molto probabilmente, si è assistito a un qualcosa che, successivamente, ha determinato dei cambiamenti profondi nella vita di tutti noi, la rivoluzione industriale. La biotecnologia, la nanotecnologia, l’energia nucleare, come pure Internet, i computer, senza poi dimenticare i progressi delle telecomunicazioni e, più in generale, delle informazioni, sono alcuni degli esempi di tecnologia a vantaggio di tutti che hanno caratterizzato il XX secolo.
Quindi, nella vita di ogni essere umano questi, e altri ancora, sono i traguardi del vero sviluppo tecnologico. In tutta la nostra evoluzione, pertanto, è sempre esistita e, semplicemente, si è andata a mescolare con la nostra storia, abbracciando la nostra stessa esistenza.

Anche la tecnologia ha il suo lato oscuro

Vale la pena ricordare che esiste anche un lato oscuro in tutto ciò. Infatti, come vale per ogni cosa creata e inventata dall’uomo, quel che conta è sempre il suo utilizzo. La tecnologia non è né buona né cattiva. Lo sono le sue applicazioni da parte dell’essere umano.
Scritto nel 1948 il romanzo di George Orwell, “1984”, è, indubbiamente, un esempio, non poi così lontano dalla attuale realtà, di quanto la tecnologia in mano a persone senza scrupoli, possa diventare pericolosa. Con il film di fantascienza Matrix, poi, ne abbiamo una visione molto più a noi vicina.